Sindacato Cronisti, apprezzamento per condanna aggressione inviata Tg1 Maria Grazia Mazzola

Intervenire con norme a tutela dei giornalisti aggrediti

Il Sindacato cronisti romani esprime grande apprezzamento per la condanna con l’aggravante mafiosa da parte del Tribunale di Bari nei confronti di Monica Laera, moglie del boss Caldarola, per l’aggressione subita dall’inviata del Tg1 Maria Grazia Mazzola mentre era impegnata in un servizio sulla criminalità organizzata nel febbraio del 2018.

Maria Grazia Mazzola stava svolgendo nel capoluogo pugliese il proprio lavoro quando è stata colpita al volto e minacciata di morte.

Il Sindacato cronisti romani, nell’esprimere solidarietà alla collega Mazzola, ribadisce l’urgenza di intervenire con norme che tutelino i giornalisti impegnati nel garantire il diritto dei cittadini ad essere informati e per questo vengono aggrediti e minacciati.

Il Sindacato cronisti romani

Previous post Aggredita a colpi di catena giornalista Mediaset, cronisti al servizio della verità
Next post Nuovo corso del Sindacato cronisti sulla diffamazione a mezzo stampa
Social profiles